Menu

Il Convitto Nazionale Pasquale Galluppi di Catanzaro ha sede nel Capoluogo della Calabria, ad una decina di chilometri dal mare Ionio e ad altrettanti chilometri dal Tirreno e dall'Aeroporto Internazionale di Lamezia Terme.

Catanzaro si caratterizza per la sua tipica struttura medievale con stradine strette e tortuose e conserva, inoltre, le chiese dell'Immacolata, di S. Giovanni (sec. XVI), del Rosario (o di S. Domenico), dell'Osservanza e di Santo Homobono.

Dispone di numerosi monumenti e di un museo provinciale dove sono custodite e conservate raccolte storiche, artistiche e archeologiche.

Il Convitto ha sede lungo l'attuale corso Mazzini vicino ad alcuni bei palazzi, al rione Bellavista e al giardino pubblico comunale. Fortificata probabilmente nel sec. IX dai bizantini a difesa dalle scorrerie Saracene, Catanzaro divenne centro di Contea Normanna (sec. XI), ed è location nota per la florida attività legata alla lavorazione della seta.

Nel sec. XIII Federico II la concesse in feudo ai Ruffo; ricevette da Ferdinando I d'Aragona privilegi produttivi e commerciali; nel 1528 si oppose ai Francesi, meritandosi da Carlo V l' elogio di "Magnifica e "Fedelissima" per poi essere eredita da Dai Borboni ed eretta, dopo la parentesi napoleonica, a capitale della Calabria Ulteriore.

Partecipò attivamente ai moti carbonari (1820-21, 1848, 1860). Durante la seconda guerra mondiale subì bombardamenti aerei (agosto-settembre 1943).

 


Visualizzazione ingrandita della mappa

Ricerca

Go to top
JSN Boot template designed by JoomlaShine.com